Risonanza magnetica in convenzione

La risonanza magnetica nucleare è una tecnica diagnostica per immagini per certi versi molto simile alla tomografia computerizzata. La RM differisce sostanzialmente dalla TAC in quanto non utilizza radiazioni ionizzanti ma onde di radiofrequenza e campi magnetici. Per questo la risonanza magnetica risulta essere una tecnica di imaging non rischiosa per il paziente, che vi si può sottoporre a meno che non vi siano elementi ferromagnetici, come protesi, stent, pacemaker, a inibirne l’uso per evitare rischi e complicazioni dovuti al loro movimento e al danneggiamento di tessuti e vasi.

Risonanze magnetiche ad alto campo

Lo Studio Ronconi è un centro dotato di attrezzatura RM all'avanguardia, attraverso la quale riesce a definire meglio il contrasto tra i vari tessuti dell’organismo ed eventualmente tessuti patologici. L’elaborazione dell’immagine in questo caso è più articolata e complessa ma ben si applica allo studio e alla valutazione di casi di sclerosi multipla e di ictus. Vengono effettuate risonanze magnetiche ad alto campo.  Per esami neurologici viene generalmente preferita la risonanza magnetica in quanto riesce a fornire informazioni più dettagliate; l'utilizzo è frequente anche per l’ispezione della colonna vertebrale e l’individuazione di ernie al disco.

Lo Studio Ronconi di Roma effettia risonanze anche in regime di convenzione con il sistema sanitario e sa rispondere alle più articolate esigenze in ambito diagnostico e nell’ambito della riabilitazione motoria.